Quanto brucia perdere?

© GiZGRAPHICS-Fotolia

© GiZGRAPHICS-Fotolia

Arrivare secondi quando il premio va solo al primo è dura, arrivare quarti quando le medaglie sono 3 anche.
Sia chiaro: qualcuno, quarto, ci deve per forza arrivare se la matematica non è un opinione (e se i contendenti sono più di 3!). Quindi niente drammi.
E però c’è modo e modo di prenderla. Daniela Merighetti, alle Olimpiadi invernali di Sochi in Russia, è arrivata quarta per 17 centesimi di secondo nella discesa libera femminile. Ma senza recriminazioni o scuse addossate all’arbitro o a qualsiasi altro capro espiatorio.
«Ho dato tutto dall’inizio alla fine – ammette lei a fine gara -. Ho perso un po’ di tempo in fondo alla parte finale: peccato. Sono arrivata quarta in una Olimpiade e questa sarà l’ultima alla quale parteciperò. A volte perdi per 6-7 decimi, a volte per centesimi. Oggi mi sono toccati i centesimi…».

Si può anche perdere, ma è lo stile personale con cui si accetta tanto la vittoria come la sconfitta a fare la differenza.

E tu, hai mai subito una sconfitta cocente? Come hai reagito?

  11 commenti per “Quanto brucia perdere?

Lascia un commento