La classe

Caro fra Simplicio in classe se n’è “andata” una mia compagnia: dato che ha fatto un anno in più d’asilo, adesso sua mamma la fa studiare a casa però lei farà tutte le gite. La mia classe (anch’io) però non è d’accordo perché in un certo senso fa tutte le cose più belle. Dato che siamo una pluriclasse noi di 4^ siamo 2 maschi e 3 femmine di cui una è Ottavia che ha qualche difficoltà (i maschi danno un sacco di fastidio Ottavia va di solito con la maestra di sostegno fuori e nella pausa riesce solo a finire la merenda, e Anna sta quasi sempre male. Le compagne di 3^ giocano sempre allo stesso gioco.) E io non mi adatto.
Per la compagna che studia a casa, non mi sta bene. E in un certo senso gioco sempre con la mia amica di 1 media a parte quando giochiamo a palla rilanciata, dove mi diverto allora ti chiedo di darmi dei consigli di come fare.

Caterina, 10 anni

 

Cara Caterina,

bella la pluriclasse! Sicuramente ci sono delle difficoltà, ma la cosa bella è che hai la possibilità di stare con compagni diversi e sperimentare cose nuove rispetto a chi sta solo con compagni della propria età.

Non credo che sia da invidiare la tua amica che sta a casa a studiare. Davvero pensi che faccia tutte le cose più belle? A lei mancherà sicuramente la vostra compagnia, stare in classe con voi, dividere con voi la quotidianità a scuola. Forse mi sbaglio, ma secondo me anche lei non è contenta…
Sei una bambina fortunata… E forse Ottavia potrebbe contare su di te. Che ne dici?
Un segreto è quello di pensare: io cosa posso fare per far stare bene i miei compagni? E questo cambia completamente la situazione!
Un abbraccio grande grande
 

Lascia un commento