A scuola con fra Simplicio

IMG-20160912-WA0000

I miei nipotini mi hanno mandato stamattina, alle ore 8.24 esattamente, un WhatsApp con la loro foto mentre stanno per partire per il primo giorno di scuola: la più grande al primo anno di superiori, il secondo al primo anno di medie, la piccoletta ancora alle elementari. Non riesco a capire bene dai loro volti se siano molto, poco o scarsamente felici della cosa. Io penso che eventualmente siano un po’ preoccupati, come è giusto che sia, ma che abbiano allo stesso tempo voglia di incontrarsi coi loro vecchi amici e amiche o di farsene finalmente anche di nuovi.

Io sono convinto, però, che dobbiamo essere orgogliosi tutti di andare a scuola! Dobbiamo esserlo per noi stessi, prima di tutto. Dobbiamo esserlo per chi, anni fa, ha lottato perché tutti si possa frequentare una scuola, sia maschi che femmine. Dobbiamo esserlo per i nostri amici dei paesi terremotati del Centro Italia, che prima ancora di una casa o qualcosa del genere, avranno comunque una loro nuova e bellissima scuola. Dobbiamo esserlo per tanti amici che a scuola ci vanno pochissimo o magari niente del tutto, e non perché non vogliano: i ragazzi e le ragazze di Aleppo e di tanti altri paesi investiti dalla guerra, i ragazzi e le ragazze che stanno scappando da qualche parte, molte volte anche da soli, o magari in qualche tendopoli o campo profughi, i ragazzi e le ragazze che devono piuttosto lavorare per aiutare le loro povere famiglie, i ragazzi e le ragazze le cui famiglie, anche in Italia, pensano, chissà perché, che è meglio lasciare la scuola per fare altro.

Un caloroso saluto a tutti gli scolari e studenti, a chi a scuola ci va volentieri e a chi no! Un caloroso saluto e un augurio di buon lavoro a tutte le maestre e insegnanti di ogni ordine e grado! Un caloroso saluto ai vostri genitori, che dovranno aiutarvi nei compiti, prepararvi una sana merenda, scarrozzarvi di qua e di là, sopportarvi, andare ai colloqui! Un caloroso saluto anche agli autisti dei pulmini che vi portano a scuola, a tutti i bidelli e ai gentili nonni-vigili! Buon cammino a tutti!

fra Simplicio

Lascia un commento