Spero che tu possa aiutarmi

Ciao Fra Simplicio,
ti ho scritto la prima volta otto anni fa’ e la tua risposta mi ha aiutata tantissimo. Il mio problema era che non trovavo un ragazzo, tu mi hai consigliato di aspettare che prima o poi sarebbe arrivato.
Dopo sei anni è arrivato il mio primo ragazzo, ma non era il mio principe azzurro diciamo così… Siamo comunque restati ottimi amici.
Esattamente un anno dopo ho conosciuto 2.
Inizialmente l’ho respinto perché avevo tanta paura di soffrire come mi era capitato con 1.
Davanti alla determinazione di 2 ho capito che non mi avrebbe lasciata facilmente e così mi sono sciolta e mi sono innamorata di lui.
Anche lui mi voleva molto bene, ma era tutto molto difficile perché per un mese lui ha lavorato all’estero.
 
Io non voglio obbligarlo a cambiare scelta o incatenarlo a me, anzi vorrei solo non perderlo come amico. Vorrei tornare a frequentarci come prima..
Però credo che lui mi odi, anzi ne sono quasi del tutto sicura…
cosa devo fare?
Enrica, 19 anni

Cara Enrica,

grazie per avermi scritto di nuovo. Mi dici che ti ho aiutato, ma sono certo che sei tu che hai fatto la tua strada e sei riuscita a stare meglio. Quindi complimenti a te!
Non so però se quello che ti dirò adesso ti piacerà, ma come non ti ho mentito la volta scorsa, così non posso non dirti adesso quello che penso.
Nel leggere la tua mail avverto tanta sofferenza e ne sono veramente dispiaciuto. Capisco quanto si possa soffrire e soprattutto come tu ti senta sola e abbandonata e soprattutto “colpevole” per la fine di questa storia. Beh, mi viene da dire, è lui che ti ha corteggiato e ti ha fatto capitolare, quindi vuol dire che gli piacevi così… no??
Qual è allora la cosa che stona?
Il fatto che, dalle tue parole, si capisce che tu, per sentirti bene, senti di avere bisogno di qualcuno a cui appoggiarti totalmente… Vedi, come ti ho detto prima, non sono gli altri che ti “cambiano la vita”, ma sei TU che decidi che passi fare per cambiarla. Certamente ti avrà aiutato a stare meglio, ma i passi che hai fatto sono stati i TUOI e grazie a questi oggi sei un’altra persona.
Ora: tu non solo non puoi obbligare nessuno ad amarti, ma l’unica strada che ciascuno di noi può percorrere è AMARE PRIMA DI TUTTO SE STESSI SENZA DIPENDERE DAGLI ALTRI. Qualunque relazione dove uno vuole solo ricevere e attende tutto dall’altro NON PUO’ FUNZIONARE. 
Quanto bene ti vuoi Enrica? Sei davvero sicura di non essere capace di camminare con le tue gambe? Una relazione è bella se la si vive in due, non “stile  koala” dove uno viaggia sulle spalle dell’altro… 
Pensare di rimanere amici adesso è un’utopia… Non avrebbe senso perché volete due cose diverse…
Perché non ti prendi del tempo per capirti, per imparare a stare da sola, senza il timore di cadere? Così sarai veramente pronta per vivere una storia in due!
Puoi anche farti aiutare, non c’è proprio niente di male!!!
Se hai bisogno scrivimi pure! Conta su di me! E ricordati: sei veramente in gamba!!
Un abbraccio grande
Fra Simplicio

Lascia un commento