Una diga resa assassina dall’uomo

Una settimana prima di iniziare la scuola sono andata con i miei a visitare Longarone, la diga del Vajont e il cimitero monumentale di Fortogna. tutto mi ha colpito… ma una cosa in particolare: il cimitero. mi ha colpito il gran silenzio, mentre una corrente d’ aria soffiava dalla valle… mi è sembrato di sentire le urla… delle vittime… soprattutto dei bambini! sono tornata a casa con una domanda: perché l’ uomo è tanto stupido?
Alexandra, 11 anni

La domanda che fai è tanto vera quanto difficile da rispondere!

Perché l’uomo fa quello che fa? Perché mette a repentaglio la sua vita e quella delle altre persone? Cosa lo spinge a tanto? Credo che se ci fosse davvero una risposta, chi soffre per queste cose come te, forse si metterebbe in parte il cuore in pace. Le motivazioni potrebbero essere tantissime… bisogno di grandezza, voler attirare l’attenzione delle persone, poca umiltà nell’ascoltare chi se ne intende di più… tutte cose che, se ci pensi, a volte viviamo anche noi nel nostro quotidiano. Questo perché siamo persone, e quindi la tentazione di fare cose un po’ “stupide” fa parte di noi, anche quando siamo consapevoli dei rischi. Basta pensare a quando si prende in giro una persona, discriminiamo chi è diverso da noi, quando ci riteniamo superiori e migliori degli altri… forse crediamo che i nostri gesti e le nostre parole non abbiano delle conseguenze, ma non è così, purtroppo. In fondo non sappiamo cosa spinga davvero alcune persone a compiere certe azioni, quale sia la sofferenza che ci sta dietro, il contesto da cui provengono, le esperienze che hanno vissuto… lo sa solo Dio. Perciò, cara Alexandra, come vedi nemmeno io ho la risposta. Quello che so è che non possiamo cambiare ciò che è stato, ma possiamo impegnarci a creare delle buone relazioni, dei buoni esempi, ad agire correttamente, in modo che magari attraverso di noi altre persone possano rendersi conto che c’è un’alternativa alla gloria e alla ricchezza. Un abbraccio e grazie!

Lascia un commento