Le tradizioni dell’epifania

magi_ArchivioMsaVSalmaso L’epifania è una festa variopinta. I protagonisti sono almeno almeno sei, come 6 è il giorno di gennaio in cui cade.
Intanto ci sono i Magi, i tre re venuti dall’Oriente per adorare e onorare il re dei re, prostrandosi ai suoi piedi e offrendo in dono oro, incenso e mirra. Chissà che stupore quando, seguendo la stella cometa (la quarta protagonista), giunsero di fronte al Bambinello, vestito di povere cose, scaldato solo dal fiato del bue e dell’asino! Sì, Gesù bambino è il vero centro dell’epifania, che infatti in greco significa “manifestazione” della divinità di Gesù.
E il sesto? E’ una sesta, ovvero la Befana, tradizionale personificazione del 6 gennaio.
In ogni regione d’Italia – ma le varie tradizioni riguardano anche aree più piccole o singole città – si festeggiano i Magi e la Befana in modi diversi. Per esempio, in campagna e sulle Alpi, accendendo grandi fuochi all’aperto per illuminare l’ultimo tratto di strada dei Re; oppure, il giorno dopo, bruciando la “vecchia”, un fantoccio della befana posto su una pira di legna.
E da te, come si festeggia?!? Buona epifania!

  17 commenti per “Le tradizioni dell’epifania

Lascia un commento