Perchè le ho parlato…

Caro Fra Simplicio… mi chiamo Francesca. Prima di tutto vorrei ringraziarti per lo scorso consiglio, frequento la seconda media e fino a ieri il mio sogno era la chimica, dal giorno in cui sono stata concepita io volevo fare le industriali. Ieri invece ho parlato con una professoressa che non avevo mai visto che è venuta a farci supplenza. Le ho parlato facendole vedere le foto della gita. Mi ha chiesto cosa volevo fare e io le ho detto che volevo andare a fare chimica perchè è sempre stato il mio sogno. Lei invece mi ha detto che era meglio se facevo lo scientifico perchè mi apriva tante strade. Che era meglio perchè con quella scuola potevo fare tutti i lavori. Mi ha dato “fastidio” che una persona che nemmeno conosco mi viene a sconvolgere la vita e a dirmi cosa è meglio per me se nemmeno sa chi sono e tra poco nemmeno come mi chiamo, e poi, a parte quello, vorrei sapere se quella prof aveva ragione. Cosa è meglio per me??? Grazie perchè ci sei sempre e per quello che mi hai detto!!!

Francesca, 12 anni

Cara Franci, se qualcuno che ci dà un parere viene a sconvolgerci la vita… vuol dire che le nostre certezze… non erano poi così certe!!! Che i tuoi genitori, nel concepirti, ti abbiano anche dato il cromosoma della chimica, ci sta anche, ma ci sta anche che tu debba aprire la mente e confrontarti con l’esterno. Nessuno ti vieta di andare a fare chimica, ma saper ascoltare anche ciò che dicono gli altri (soprattutto se sono persone che sanno quello che dicono) è molto importante. E questo ti succederà tante volte nella vita. Un conto è avere una “fissazione” e perseguirla senza sentire ragioni, un conto è avere delle idee, saperle mettere in discussione e POI decidere cosa fare. La prof può avere ragione come può avere torto. La tua maturità starà nel cercare le risposte a questa tua domanda, avendo la disponibilità di perdere le tue “certezze” per lasciare spazio a ciò che è meglio per te! Coraggio!! In bocca al lupo

fra Simplicio

  1 commento per “Perchè le ho parlato…

Lascia un commento