Perché mi tratta così?

Caro Fra Simplicio, è da un po’ che ho litigato con quella che definivo la mia migliore amica.
L’avevo conosciuta l’anno scorso, e mi era sembrata subito una brava ragazza, intelligente, sensibile, e pensavo che tra noi ci fosse una bella intesa, che la nostra amicizia non sarebbe mai finita… Purtroppo mi sbagliavo: aveva subito cominciato a criticarmi, a decidere per me, a comandarmi a bacchetta. Per un bel po’ di tempo non avevo detto niente, pensando che magari prima o poi la smetteva,ma la situazione è precipitata il giorno in cui mi ha invitata a casa sua, dove continuava a prendermi in giro, e, quando i suoi fratelli mi lanciavano la palla di cuoio in faccia, lei rideva, e diceva: “E dai, sono bambini!” Stufa e infuriata, sono andata a dirle che non ce la facevo più, e che non eravamo più amiche.
Lei allora ha cominciato a mandarmi sms pieni di parolacce e cose cattive, ha rivelato sul gruppo dove si ricevono i messaggi degli alunni della nostra classe tutti i miei segreti più intimi e mi ha insultata tanto. E’ arrivata addirittura a criticare la mia famiglia, facendo in modo che a scuola diventasse la razzista (dato che i miei sono separati, ha detto tante crudeltà in proposito) senza cuore. E sai qual è il bello? Io non le ho fatto proprio niente. Ho detto solo le cose come stavano, e da allora è diventata odiosa. Avevo deciso di bloccarle il contatto sul cellulare, per far sì che non mi arrivassero più suoi messaggi, ma mi insulta comunque sul gruppo, dato che lì si ricevono gli sms di tutti: non la sopporta più nessuno. I miei compagni dicono che lo fa perché è gelosa e non vuole che io stia con nessun altro al di fuori della sua persona, dato che non aveva mai avuto amiche femmine prima di me (e non le avrà mai se le tratta così..).
Ma io mi chiedo, come fa una persona che ti ha voluto bene a trattarti così? Faceva solo finta di essere mia amica? Io le volevo un mondo di bene, e lei me ne ha dette di ogni. Secondo me è andata fuori di testa. Per favore, dammi un consiglio che mi aiuti a capire cosa le ho fatto per scatenare in lei una reazione così per fida e molto fuori dal normale. Ti ringrazio in anticipo.  PS: dopo quello che mi ha fatto non intendo per nessun motivo fare pace, non voglio che ricapitino episodi del genere. 

Sara, 12 anni

Cara Sara, capisco la tua sofferenza e davvero mi dispiace tanto. Esistono persone che hanno bisogno di comandare e va tutto bene fino a che trovano chi li obbedisce. Ma quando quel qualcuno decide di “ribellarsi” scoppia il finimondo, suscitando le ire più terribili. Tu non hai fatto proprio niente (almeno da quello che posso capire, anche se per essere imparziali dovrei sentire tutte e due le campane), ma hai fatto la cosa peggiore per lei: hai smesso di obbedirle e hai cominciato a dire dei NO. E questo è bastato! Tu esco comunque “vincente” da questa amicizia, perché nessun rapporto può essere basato sul comandare e sull’obbedire. MAI! Sappi comunque che la sconfitta è lei, perché questo suo comportamento le sta facendo perdere tutte le amicizie. Forse bisognerebbe che qualcuno della classe le dicesse che è l’ora di smetterla… ma se anche non lo fa, stai tranquilla che poi si stufa, anche perché mi sembra che i tuoi compagni siano dalla tua parte… o mi sbaglio? Sei stata molto brava a non fare niente per controbattere, perché avresti solo accresciuto la sua rabbia. Stai insieme ai tuoi compagni e abbi pazienza. E, se puoi, di una preghiera per lei… è sicuramente molto più triste di tutti voi. Un abbraccione,

fra Simplicio

  8 commenti per “Perché mi tratta così?

Lascia un commento