Sono stanca.

Caro Fra Simplicio, sono una ragazza di 15 anni che fa il liceo. Quest’anno mi si era aperto un mondo: nuove amicizie, nuove materie, nuovi professori insomma, nuova scuola! All’inizio tutto andava bene: socializzavo, parlavo…
Anche se ora siamo alla fine dell’anno, ho capito già da qualche mese, che non sono più la ”benvenuta” in classe.
Essendo un liceo linguistico, la mia classe è composta per il 90% da ragazze, le quali sparlano di me costringendomi a rimanere da sola. E anche i ragazzi… Loro ci vanno ancor più pesanti! Io non capisco il perché…
Fin dalle medie la gente mi lasciava in un angolo perché sono molto timida, non sono il massimo esteticamente e ho quei ”chili in più”. Però io sono STANCA, STANCA di essere lasciata in disparte, STANCA di essere un ”peso” per gli altri, STANCA di essere presa in giro (soprattutto perché ho un carattere troppo fragile), sono STANCA DI TUTTO. Ti prego, aiutami tu.

Gio, 15 anni

Cara Giovanna, perdoni la brutalità della risposta che però ti do con tutto il mio affetto? Io penso che l’unica cosa di cui sei stanca è di non trovare un modo per esprimere la meraviglia che tu sei perchè ti lasci condizionare e schiacciare da ciò che dicono gli altri. E sai perchè?? Perchè tu sei la prima che non vedi il bello che sei e che hai dentro E FINO A CHE NON LO VEDI TU GLI ALTRI NON LO VEDRANNO MAI!!! Lamentarsi e compiangersi non serve a niente. Hai dei chili in più? Se ti piacciono il problema non esiste, ma se ti pesano, visto che sei giovanissima, datti da fare per perdere qualcosa! Nessuno può costringerti a rimanere da sola, se non solo tu! Le alternative per il prossimo anno sono due: o cambi classe oppure cominci a pensare cosa fare per cambiare la situazione. Sai, è un po’ come quando uno ha un incidente: all’inizio si dispera, sta male, talvolta (se è grave) vorrebbe anche morire. Poi comincia a capire che se non decide di darsi una mossa e ricominciare non ci sarà niente e nessuno che potrà aiutarlo. Allora fai un passo alla volta, cominciando a guardarti dentro e a provare a capire cosa non ha funzionato in te. Non per colpevolizzarti, ma per trovare delle risposte. Poi, cosa saggia, se hai qualche amica, anche una, di cui ti fidi di più, prova a domandare anche a lei cosa vede in te e che consigli ti può dare. Tu ascolti, mediti e poi decidi se ciò che ti dice ti sta in tasca oppure no… Ma ricorda che devi essere TU la protagonista della tua vita, senza aspettare che gli altri cambino per accoglierti. Comincia da quest’estate!!! Accetti la sfida??? Fammi sapere. Ti aspetto qui. Un abbraccione,

Fra Simplicio

Lascia un commento