La stazione delle muse

MAiO Cassina de' PecchiIl 3 giugno, Giornata nazionale dei piccoli musei, parte un nuovo progetto “La stazione delle Muse” al Museo dell’Arte in Ostaggio a Cassina de’ Pecchi, alle porte di Milano. La storia di questo museo è davvero molto interessante: il MAiO è il museo italiano che presenta gli oltre 1600 tesori trafugati durante la seconda guerra mondiale ed è il terzo di questo genere nel mondo. Il museo ospita, regione per regione, le opere che sono state portate via dall’Italia e mai ritrovate. Per ricordare queste opere d’arte (e anche quelle ritrovate e già tornate nei musei di appartenenza) viene inaugurato un nuovo allestimento interattivo e un videogioco adatto ai ragazzi che ha come scopo quello di raccogliere più frammenti delle opere trafugate e di farle venire alle luce. Sempre il 3 giugno la piazza che sta davanti a questo originale museo viene intitolata  a due persone che forse molti di voi  non conoscono, ma che hanno davvero fatto tanto per l’arte di questo nostro Paese: Pasquale Rotondi, storico dell’arte e Soprintendente delle Marche che durante la seconda guerra mondiale riuscì a nascondere e a salvare quasi 8000 opere, tra cui alcune famosissime come La tempesta del Giorgione, e Guglielmo Pacchioni, anche lui protagonista di salvataggi di opere d’arte a Milano Bergamo e Treviglio. In questa immagine per esempio si intravvede Elia sul carro di fuoco di Giuseppe Angeli, opera ritrovata e ora alla National Gallery of Art di Washington. Per maggiori informazioni sul Museo dell’Arte in Ostaggio e delle Grafiche Visionarie:  www.cassinadepecchi.gov.it  

Lascia un Commento